статистика каталог исполнителей песен  
песни: 61179
группы: 12214
  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • J
  • K
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
  • W
  • X
  • Y
  • Z
  • А
  • Б
  • В
  • Г
  • Д
  • Е
  • Ж
  • З
  • И
  • К
  • Л
  • М
  • Н
  • О
  • П
  • Р
  • С
  • Т
  • У
  • Ф
  • Х
  • Ц
  • Ч
  • Ш
  • Щ
  • Э
  • Ю
  • Я

  • В сети

    Популярные исполнители:

    Mayer John
    Anti Flag
    Everon
    Ethereal
    Ashlee Simpson
    Eberhard Schoener
    Dispatch
    Craig Kleeman
    Arkhon Infaustus
    Full Blooded
    Zeze Di Camargo E Luciano
    John Wilcox
    Death Reality
    B-Legit
    Forlorn Suffering
    Shaft
    Mary Mary
    Andre Nickatina
    Евгений Осин
    Morse Steve
    G Love And Special Sauce
    Dead Poetic
    Sandifer Phillip
    Westernhagen Marius
    Kord
    The Angels
    Necrophobic
    AMOS LEE
    Spears Britney
    Pure Girlz
    Bigod 20
    Leslie Carter
    Diabolicum
    The Gloria Record
    People Under the Stairs
    Ebtg
    Kimberley Locke
    Cakestar
    Captain Jack
    Rubo »

    Rubo Tutto E’ Cambiato, Niente E’ Cambiato текст песни

    Tutto E’ Cambiato, Niente E’ Cambiato

    Intro Ghemon Scienz: Eh yo, Ghemon e Domey, Rubo…
    capisci l’evoluzione delle cose? capisci come va?
    anche se tutto cambia, niente cambia, è Sangamaro è ancora oggi qui,
    non è tanto difficile, com’è Domey?
    Intro Domey: eh è l’ennesimo testo non-sense il cui senso alla fine sublima, è cosi yo, è Sangamaro, dal pensiero alla rima…

    DOMEY:

    Eh yo è Sangamaro/ stagioni passano i giorni collassano piano/
    è l’implosione di lassi di tempo che flaccidi in faccia s’impiastrano/
    come i nostri passi impacciati nel fango d’un pantano/
    Domey più Ghemi in tempi sereni due geni/ in tempi di guerra non siamo sereni/ mettici i rimandi agli angoli vuoti delle esistenze/ si arriva in un attimo alle calende/ troppe le faccende che intoppano piani poche le alchimie che si sviluppano quando rimani/ con le mani in grembo/
    scusa ma ho preso già ieri un impegno/ stagioni passano cadono foglie lasciano il segno/ magari vecchi amori regalano ozi/ magari nuovi amori incrementano vizi e tutto cambia sulla terra (niente cambia sulla terra)/
    perchè nei giorni di pace chi si prepara alla guerra

    GHEMON SCIENZ:

    Ho perso i mesi in un bicchiere/ a capire se fosse vuoto o pieno quasi intortito da un veleno/ che non volevo bere ma assumevo a forza/ credevo fosse la cura con cui ogni frattura andava ricomposta (e invece no)/
    Sessioni d’esame buttate al vento/ sigarette che non spengo nonostante le promesse ho mantenuto il vizio/ e anche se non finisco sono specializzato in ogni inizio/ Io e Domey come ai tempi del demo e nonostante il mio trasloco/ nonostante del mare e della ricerca lui ne ha fatto un lavoro/ Sangamaro è il nostro treno/ il moto/ e questo voto noi lo manterremo/
    E ogni parola è il testamento del modo di vivere le appendici che il tempo mi sta fornendo/ e il modo è sempre lo stesso quello con cui fermo/ le emozioni che rastrello

    Rit.:

    Non lo puoi fermare quando scorre/ non lo puoi fermare quando scorre/
    Anche se tutto è cambiato/ niente è cambiato/ e ancora oggi è Sangamaro
    Non lo puoi fermare quando scorre/ non lo puoi fermare quando scorre/
    Anche se tutto è cambiato/ niente è cambiato/ ancora oggi è Sangamaro

    GHEMON SCIENZ:

    Sento le note e le parole si sviluppano/ se Rubo taglia i loops fendo i suoni man mano che mi avviluppano/ prendo il cemento e un mattone/ comprendo che ho un progetto e una carriera in costruzione problemi che mi fanno da ostruzione/ storie a cui do fondo con la penna e con l’immaginazione e motivi di/ distrazione/ amici emotivi e proclivi a sfogarsi con me per ogni frustrazione/ Un disco in gestazione tensione depressione pressione in ogni mia intenzione/ faccio una valutazione di ogni posizione (è cosi)/ mi guardo dentro ed incomincio una disquisizione (è cosi)/ sulle fasi che vivo e sono in fermentazione alcune frasi trasudano disperazione/ è una realtà che sia un viaggio che una mia ossessione/ questo è il mio stress/ l’agenda della mia estinzione

    Rit.

    DOMEY:

    Su questa terra/ dove la gente macina guerra i cadaveri attendono inermi la paraffina fino a trincee e cortine distese sulle colline/ ieri un campo di fiori oggi un campo di mine/ Ma quale metropoli o mescolanza tra popoli voglio una vita agli antipodi da questa vita coi bipedi/ voglio conoscerli i popoli non è il Ginseng con il propoli in un salotto coi tripodi a far di noi non quadrupedi/ Il governante che predica: mia nonna ha 100 anni/
    ha memoria storica delle genti emigrate in America/ sono nato in pianura padana / (fai pure non ti preoccupare) chiamami "polentone" non canto con inflessione campana/ Domenico D’Alelio/ ma quale mc gonfiato come palloni con l’elio/ un nick non vale il mio mic/ concepite più cazzate che al lunedì Biscardi e Corno Elio ho un lavoro che appare slegato dall’arte non amo lo spliff/ ho un intelletto confuso ma normalizzato come i cortili di split/ questo è il conto il resto è mancia/ siamo illusioni reali come i giganti nella Mancia



    Форма обратной связи